FAC-SIMILE-SCHEDA-COMUNE-01

A Roma chiunque può votare radicale: ecco come si fa

in politica da

Quello che vedete qua sotto è il fac simile della scheda elettorale per il Comune di Roma che vi consegneranno il 5 giugno, quando andrete a votare (si tratta della scheda azzurra, mentre quella per il municipio è rosa):

FAC-SIMILE-SCHEDA-COMUNE_150dpi
Come vedete, ci sono le varie liste raggruppate sotto il nome del sindaco che sostengono.
Ebbene, se volete votare i Radicali, ed in particolare se volete votare per me, avete due possibilità: il voto congiunto, che consiste nel votarmi per l’Assemblea Capitolina e contestualmente votare Roberto Giachetti per la carica di Sindaco, o il voto disgiunto, che consiste sempre nel votare me per l’Assemblea Capitolina, votando però un altro candidato per la carica di Sindaco.

Per fare il voto congiunto vi è sufficiente barrare il simbolo della lista Radicali e scrivere accanto il mio nome; in questo caso, infatti, il voto per la carica di Sindaco andrà automaticamente a Roberto Giachetti, come nella figura che segue:

congiunto_capriccioli_150dpi

Se invece volete fare il voto disgiunto, dovete barrare il simbolo della lista Radicali scrivendoci accanto il mio nome, e poi barrare il nome del candidato Sindaco che preferite (nell’esempio che vi propongo qua sotto Dario Di Francesco, ma, per l’appunto, è solo un esempio):

disgiunto_capriccioli_150dpi

Attenzione: per fare il voto disgiunto occorre barrare soltanto il nome del candidato sindaco, senza barrare invece il simbolo di partiti che lo sostengono; altrimenti il risultato è quello di annullare la scheda e buonanotte al secchio.

Insomma, è tutto chiaro? Spero di sì. Come vedete tutti, ma proprio tutti, possono votare i Radicali al Comune di Roma: e di conseguenza tutti, ma proprio tutti, possono votare per me.

Che altro dirvi? Buon voto a voi! E a risentirci presto.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*