182040951-642c421e-3f4f-4de1-8dff-e71d990ab233

Radicali determinanti per vittoria Alfonsi, Giachetti e PD ringrazino “l’incandidabile” Naim

in politica da

Dichiarazione di Alessandro Capriccioli, Segretario di Radicali Roma.

Dopo aver atteso la proclamazione ufficiale dei risultati elettorali nella capitale possiamo affermarlo senza possibilità di essere smentiti: nel Municipio 1, aritmetica alla mano, la vittoria di misura della Presidente uscente Sabrina Alfonsi sulla candidata del Movimento 5 Stelle Campanini si è potuta realizzare solo grazie al quasi 4% ottenuto dalla lista Radicali, seconda forza politica della coalizione, ed in particolare alle mille preferenze con cui è stata eletta Nathalie Naim. La stessa Naim che il PD, con una decisione surreale, aveva escluso dalle sue liste bollandola come “incandidabile” a causa delle denunce di cui era stata fatta oggetto per le sue battaglie in difesa della legalità e del decoro, e che noi radicali abbiamo insistito per “recuperare” candidandola come capolista, nonostante gli ostinati tentativi di veto da parte dalla stessa Alfonsi e dei dirigenti romani del suo partito.
A leggerla nell’insieme, e alla luce della sua conclusione, la vicenda è emblematica: il Partito Democratico ha rischiato di perdere la guida di quartieri come il centro storico, Prati, Esquilino e Testaccio nell’insensato tentativo di inseguire il Movimento 5 Stelle sulla strada del giustizialismo più ottuso, e ha potuto evitare la sconfitta soltanto grazie al nostro intervento, che sul momento è stato esplicitamente interpretato come un fastidio, ma che nei fatti si è rivelato invece un aiuto determinante.
Al di là del riconoscimento politico che, ne siamo certi, la Presidente Sabrina Alfonsi vorrà attribuire a chi le ha offerto, anche suo malgrado, il supporto più importante dell’intera campagna elettorale, la vicenda Naim dovrebbe essere uno spunto di riflessione per tutto il PD: se l’apporto radicale fosse stato valorizzato anche in altri contesti, a partire dal livello comunale e quindi da parte del candidato sindaco Giachetti, con ogni probabilità il risultato finale sarebbe stato diverso da quello a cui, purtroppo, abbiamo dovuto assistere.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*